aclicoop_010.jpg

INTERVENTI
ASSISTITI
CON GLI ANIMALI (I.A.A.)

COSA SONO GLI INTERVENTI ASSISTITI CON GLI ANIMALI E PERCHE' SONO UNA RISORSA PREZIOSA IN AMBITO EDUCATIVO E RIABILITATIVO:

 

L'animale è un mezzo privilegiato per persone che hanno disagi fisici, psichici e/o in svantaggio socio-affettivo. 
Attraverso i Programmi Assistiti con gli Animali (I.A.A., recentemente uniformati dalle LINEE GUIDA DEL MINISTERO DELLA SALUTE), vengono proposti dei percorsi di mantenimento o di potenziamento delle funzioni fisiche, sociali e/o cognitive o semplicemente, che facilitano e potenziano l’effetto ludico/ricreativo di un’attività all’interno di ambienti non propriamente atti a tali scopi.


In base agli ambiti di attività e in base alle LINEE GUIDA DEL MINISTERO DELLA SALUTE, gli IAA vengono suddivisi in: 

• T.A.A., terapia assistita con gli animali;

• E.A.A., educazione assistita con gli animali; 

• A.A.A., attività assistita con gli animali. 

Tale classificazione è riconosciuta a livello internazionale: la Delta Society descrive la medesima suddivisione, fondamentale per capire e differenziare i diversi programmi e soprattutto individuare le figure professionali che devono essere coinvolte nel progetto.  
Gli interventi assistiti con il CANE e quelli con gli ASINI si inseriscono all’interno degli I.A.A. ed hanno applicazioni in numerosi contesti non strettamente terapeutici, per questo motivo è più corretto parlare di Interventi Assistiti con gli Animali IAA e non, come comunemente definite, di Pet Therapy. 

GLI ANIMALI IMPIEGATI IN I.A.A.: QUALI SONO E PERCHE'

L' intuizione rappresentata dagli I.A.A. rende in linea astratta tutti gli animali da affezione compatibili con l'applicazione degli stessi in ambito terapeutico, tuttavia gli studi eseguiti in materia e l'esperienza concreta, hanno portato a raggruppare le tipologie d'intervento riservando ad alcune specie animali, con cui si è riscontrata maggiore funzionalità ed efficacia:

- i cani;
- i cavalli (ippoterapia);
- gli asini (onoterapia);
- gatti, conigli.


(Vi sono casi di progetti in cui vengono scelte anche altre specie, in quanto funzionali al progetto e agli obiettivi specifici).

La domanda spesso rivolta a chi opera nel settore è la seguente:

COSA SA FARE UN ANIMALE DA PET THERAPY?

L’approccio metodologico che noi applichiamo è di tipo emotivo-relazionale.

E’ chiaro, dunque, che il valore aggiunto apportato dalla presenza del cane all’interno di un contesto protetto, o dell’asino in attività, consista proprio nel valorizzare ciò che l’animale già normalmente e spontaneamente farebbe: ovvero la spontanea interazione tra esso e la persona.

Qualsiasi animale, purchè rientrante nelle categorie indicate nelle linee guida e qualsiasi persona quindi, sono adatti a partecipare ad un intervento assistito?

Non proprio. Le linee guida nazionali in ambito di interventi assistiti, richiedono che tali attività siano svolte da un’equipe multifunzionale, tra queste professionalità, necessariamente, vi è il conduttore dell’animale, che deve aver svolto corsi professionalizzanti riconosciuti dalle regioni.

Molte scuole operanti nel settore ben prima delle linee guida, peraltro, ritengono che il percorso formativo e quindi la conseguente valutazione di idoneità, dovrebbe riguardare la coppia uomo- animale e non il solo conduttore.

7.jpg
aclicoop_007.jpg
WhatsApp Image 2022-02-01 at 11.34.56(2).jpeg

ACLICOOP E GLI I.A.A.


Noi di Aclicoop crediamo fortemente nella valenza degli I.A.A. come strumento innovativo e a supporto del lavoro educante svolto dai nostri operatori.


Da tanto tempo la nostra cooperativa offre, per le persone che ne possono beneficiare all'interno dei nostri Servizi, attività assistite con gli asini, all’interno della bellissima cornice di Azienda Agricola la Corte (ZELARINO-VENEZIA) e progetti di educazione assistita con i cani, che arrecano sollievo e permettono di incentivare e stimolare capacità relazionali e le autonomie della persona.

SCOPRI I PROGETTI I.A.A. CHE PUOI REALIZZARE CON NOI

 

(ATTIVITA’ PER LE SCUOLE E CENTRI PER INFANZIA, RESIDENZE SANITARIE PER ANZIANI, SERVIZI DIURNI E RESIDENZIALI PER PERSONE CON DISABILITA’)

Referente del progetto è Alice Scotti Marcello, i suoi contatti sono:

Tel.: 041.5700414

Email: alice.scottimarcello@aclicoop.com

UN ANIMALE DA PET THERAPY NON SA  PER FORZA FARE TANTE COSE, EPPURE LE FA: APRE CON DELICATEZZA PORTE CHIUSE, APPOGGIANDO SENZA GIUDIZIO LE ZAMPE, VICINO AL NOSTRO CUORE.